MeteoBrebbia, navigazione veloce.
menu principale | contenuto principale | menu secondario | piè di pagina
logo dell'Associazione Varesina per l'Eco-Speleologia

via IV Novembre, 27
tel. 0332 770456
fax 0332 970730
sei in home >> archivio dati >> 2016 >> luglio

contenuto

Statistiche meteorologiche 2016 : LUGLIO

Il mese di luglio partiva all’insegna della stabilità per gran parte dell’Italia. L’anticiclone delle Azzorre si estendeva in modo deciso sul Mediterraneo con un’area di alta pressione livellata che manteneva condizioni di generale stabilità sulla Penisola. Sole e temperature estive, oltre la media sulle regioni meridionali e la Sicilia, mentre alcuni temporali pomeridiani interessano l’arco alpino orientale. Di tale situazione beneficiavano particolarmente le regioni centro-meridionali e le Isole, dove il sole e le temperature superavano, fino a metà mese, i 35°C con il fenomeno afa che si accentuava col passare dei giorni, per via di un soffio rovente in risalita dall’Africa.

la depressione d'Islanda scende di latitudine
La fascia alpina e prealpina risentiva del passaggio di diverse perturbazioni atlantiche, in transito tra Francia e Germania. Queste attivavano locali temporali e fenomeni grandinigeni che sconfinavano spesso in pianura. Fenomeni particolarmente intensi si registravano a partire dall’inizio della seconda settimana (tromba d’aria a Novara il giorno 11 e nubifragio su Milano il giorno 13).


Nei giorni seguenti, intensi venti di foehn spazzavano la Pianura Padana e il nucleo di aria fresca atlantica penetrato nel Mediterraneo, dava vita ad una circolazione depressionaria che attraversava la Penisola da nord a sud con rovesci di pioggia e intense raffiche di vento, azzerando la cappa rovente che per oltre una settimana aveva fatto boccheggiare le regioni centro-meridionali.




espansione verso nord dell'anticiclone nord-africano
Dopo metà mese si registrava la terza ondata calda della stagione. Infatti, da lunedì 18 l’alta pressione nord africana dava il meglio di sé favorendo generali condizioni di bel tempo e temperature che andavano ben oltre le medie del periodo. La bolla africana, in risalita dal Marocco, portava il suo apice del caldo tra martedì 19 mercoledì 20 al centro-nord, con punte di temperature di 35-36°C nelle aree interne e grandi città, da Milano a Verona, …a Benevento, ma anche superiori in Sardegna. Il caldo si faceva via via molto afoso e le temperature percepite superavano i 38-40°C, con disagi che si accentuavano sia durante il dì che nel corso della notte, quando le minime non scendevano sotto i 25-26°C.

Al sud il picco del caldo giungeva durante il weekend, mentre al nord, a seguito del passaggio sull’Europa centrale di un fronte temporalesco, si  registrava un aumento dell’instabilità con qualche rovescio e temporale sulla fascia alpina. Le infiltrazioni di aria fresca atlantica riportavano le temperature nei valori medi del periodo.

affondo depressionario sul Mediterraneo occidentale
Nei giorni seguenti le correnti fresche raggiungevano il centro-sud della penisola ponendo fine ad una fase di caldo torrido e assicurando piogge, localmente di forte intensità (come nel marchigiano), mentre le regioni settentrionali beneficiavano di qualche giornata di sereno con temperature in deciso rialzo.


All’inizio dell’ultima settimana la fascia alpina era influenzata dalla circolazione atlantica con infiltrazioni di aria fresca che davano luogo a frequenti fenomeni temporaleschi, localmente intensi. Le temperature seguivano fasi alterne, con impennate all’arrivo dei fronti perturbati, seguite da rapide diminuzioni dopo il loro passaggio.



espansione verso est dell'anticiclone delle Azzorre



Il mese si concludeva all’insegna della stabilità su gran parte della Penisola per via del l’espansione verso est dell’anticiclone delle Azzorre, mentre la fascia alpina cominciava a risentire nuovamente della circolazione atlantica, per la spinta verso sud della depressione d’Islanda. Infatti, l'ultimo fronte temporalesco del mese attraversava le regioni settentrionali nella giornata del 31.



Osservazioni e misure
NUVOLOSITÀ INSOLAZIONE in % PIOGGIA in mm/mq Temporali
gg. sereni gg. variabili gg. coperti media mese media dal 1991 diff. mm mese media dal 1984 media 1959- 1983 n. eventi mese media dal 1980 diff.
12 11 8 47,9 54,0 -6,1% 79,8 105,8 113,1 8 6,4 +1,6
LUGLIO '16 : Incremento/deficit pluviometrico dal 01.12.2015 al 31.07.2016 = -9,9 mm/mq
TEMPERATURA in °C
media mese media dal 1987 diff. media 1959-1986 max mese g.no max storica anno min mese g.no min. storica anno
25,15 24,20 +0,95 21,37 36,0 9 37,0 2006 11,0 14 8,5 2000


Creative Commons License

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una licenza Creative Commons License (...) Tutti i marchi sono proprietà dei rispettivi proprietari