MeteoBrebbia, navigazione veloce.
menu principale | contenuto principale | menu secondario | piè di pagina
logo dell'Associazione Varesina per l'Eco-Speleologia

via IV Novembre, 27
tel. 0332 770456
fax 0332 970730
sei in home >> archivio dati >> 2010 >> settembre

contenuto

Statistiche meteorologiche 2010 : SETTEMBRE


mappa delle precipitazioni su Sicilia e regioni meridionali Le fresche correnti settentrionali giunte sulla Penisola sul finire di Agosto provocavano un deciso calo delle temperature che si protraeva per i primi giorni di Settembre, ma già nel primo fine settimana, al nord si tornava ad una fase di stabilità atmosferica e il crescente soleggiamento riportava le temperature nella media del periodo. Al contrario, le regioni meridionali, dopo un lungo periodo di caldo e siccità, erano investite da un minimo depressionario in transito sul bacino meridionale del Mediterraneo, che assicurava piogge diffuse e, in alcuni casi torrenziale, su Sardegna meridionale, Sicilia, Campania, Calabria, Basilicata e Puglia.

immagine satellitare di un fronte atlantico a ridosso delle Alpimappa delle precipitzioni sulle regioni centro settentrionali. Un deciso peggioramento per le regioni settentrionali e, a seguire per quelle centrali e meridionali, si registrava a partire dal giorno 7: un fronte atlantico associato ad una vasta depressione proveniente da ovest interessava tutte le nostre regioni apportando un'intensa fase di maltempo caratterizzata da rovesci e temporali che localmente risultavano di forte intensità e diversi allagamenti interessavano alcune località della Liguria, Toscana e Veneto. Le temperature registravano un nuovo crollo.

"Non parliamo di partenza ufficiale della stagione autunnale, scriveva E. Buonaguidi - ma sicuramente di primi e forti segnali dell'avvicinarsi della nuova stagione".

Cartina cromatica che evidenzia l'espansione dell'anticiclone delle Azzorre verso l'Europa centrale. Sul finire della settimana, grazie all'espansione verso l'Europa centrale di un braccio dell'alta pressione delle Azzorre, si registrava un generale miglioramento con ritorno a condizioni di stabilità, maggior soleggiamento e valori termici che rientravano nella media del periodo, ...un periodo di fine estate capace di regalarci nuove giornate ideali da passare all'aria aperta.

La fase di stabilità si protraeva fino a metà mese, quando il nord veniva investito da correnti occidentali a cui si associavano intensi e locali fenomeni piovosi (80 mm/mq in 24 ore - nubifragio a Milano il giorno 18), mentre al centro sud continuava la fase di stabilità e le temperature registravano un ulteriore aumento.

Mappa delle precipitazioni sulla Penisola. Nei giorni seguenti l'alta pressione delle Azzorre riconquistava il bacino del Mediterraneo con tempo stabile e mite, e tale situazione persisteva fin quasi a metà della terza decade quando si assisteva alla discesa sulla Penisola di un primo nucleo di aria artica che accentuava una circolazione depressionaria in movimento dalla Penisola Iberica verso est; nuove e copiose precipitazioni interessavano a macchia di leopardo tutte le regioni, particolarmente la Sicilia e quelle meridionali, mentre il sensibile calo delle temperature favoriva la comparsa della prima neve intorno ai 1600-1800 m sulle Alpi (come a Livigno).

Seguivano venti di foehn che spazzavano il cielo e assicuravano le ultime giornate di sole settembrino; infatti, il relativo campo anticiclonico aveva ancora forza sufficiente a frenare le depressioni atlantiche sempre più intenzionate ad invadere il bacino del Mediterraneo.


Osservazioni e misure
NUVOLOSITÀ INSOLAZIONE in % PIOGGIA in mm/mq Temporali
gg. sereni gg. variabili gg. coperti media mese media dal 1991 diff. mm mese media 1984 - 2008 media 1959- 1983 n. eventi mese media dal 1980 diff.
15 9 6 52,0 45,7 +6,3 % 177,9 168,3 158,1 2 3,3 -1,3
SETTEMBRE '10 : Incremento/deficit pluviometrico dal 01.12.2009 al 30.09.2010 = +222,5 mm/mq
TEMPERATURA in °C
media mese media dal 1984 diff. max mese g.no max storica anno min mese g.no min. storica anno
18,47 18,10 +0,37 28,4 4 31,8 2004 5,8 29 2,5 1995


Creative Commons License

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una licenza Creative Commons License (...) Tutti i marchi sono proprietà dei rispettivi proprietari