MeteoBrebbia, navigazione veloce.
menu principale | contenuto principale | menu secondario | piè di pagina
logo dell'Associazione Varesina per l'Eco-Speleologia

via IV Novembre, 27
tel. 0332 770456
fax 0332 970730
sei in home >> archivio dati >> 2009 >> novembre

contenuto

Statistiche meteorologiche 2009 : NOVEMBRE

mappa delle precipitazioni sul centro-nordCol primo giorno di Novembre, si interrompeva il lungo dominio anticiclonico e si riapriva, soprattutto a beneficio delle regioni centro settentrionali, la circolazione da ovest; infatti, nella serata di domenica 1 Novembre, una ben strutturata depressione atlantica raggiungeva il centro nord con le prime piogge autunnali.
La “ferita” prodotta dalla depressione risultava efficace e tale da consentire ad altre perturbazioni di raggiungere, nei giorni successivi, la nostra Penisola. Un treno di fronti atlantici raggiungeva l’Italia ad intervalli regolari e consentiva alla prima decade di Novembre un accumulo di quasi 75 mm/mq di pioggia, il 50% dell'intero mese e tornavano le nevicate a quota 1000 m (20 cm sul Campo dei Fiori nella giornata di domenica 8 Novembre). Le temperature registravano una generale diminuzione, con qualche brinata al mattino, ma il clima restava decisamente autunnale.  

cartina barica dell'Europamappa cromatica delle precipitazioniIn poche settimane – scriveva E. Buanaguidi – la situazione sul bacino del Mediterraneo ha subito un radicale cambiamento, da una circolazione in cui le zone anticicloniche avevamo il pieno controllo del territorio siamo passati ad un periodo depressionario in cui le zone di alta pressione sono assolutamente latitanti.
Sicuramente una soluzione ottimale per le classiche piogge autunnali che devono servire a dare il giusto nutrimento al terreno e dare un buon apporto alle nostre riserve idriche, ma vera linfa vitale è rappresentata dalle nevicate che stanno interessando molte zone dell'arco alpino sia per la sopravvivenza dei ghiacciai sia in vista della nuova stagione sciistica ormai prossima alla partenza
”.
Nei giorni seguenti la depressione continuava ad interessare, con maggiore intensità, le regioni centro meridionali e un nuovo evento franoso con vittime tra la popolazione civile, interessava l'area di Ischia.

cartina cromatica che evidenzia l'espansione sul Meditarraneo dell'anticiclone nord-africanoA metà del mese si affacciava, inaspettato, un promontorio anticiclonico di matrice sub-tropicale che riportava il sereno su gran parte della Penisola, unitamente ad un rialzo termico che, specie al sud, attestava i valori al di sopra della media del periodo, mentre sulle regioni settentrionali continuavano a scorrere correnti umide sud occidentali che favorivano nuvolosità diffusa e deboli precipitazioni a carattere sparso.

La fase anticiclonica, col promontorio che si espandeva fin sull'Europa centrale, si consolidava nei giorni seguenti e, inaspettatamente, si protraeva fino a fine mese con temperature stabili e miti (fin quasi 5°C al di sopra della media), cielo limpido in montagna e nebbioso nelle valli, tempo stabile, ma piuttosto umido con banchi di nubi basse o foschia, favoriti da correnti miti in quota da SW.

cartina cromatica che evidenzia la discesa di aria artica verso il bacino del Mediterraneomappa cromatica delle precipitazioni con vortice ciclonico sul golfo LigureQuando ormai si stava giungendo al capolinea, il penultimo giorno del mese registrava un deciso cambiamento. Infatti, una profonda depressione atlantica scendeva fin sulla penisola Iberica e attivava un flusso di correnti sciroccali con forte maltempo e intense precipitazioni sulle regioni centro settentrionali; in 24 ore si registravano oltre 100 mm/mq di pioggia e abbondanti nevicate sull'arco alpino fino a 1200 metri di quota.


Osservazioni e misure
NUVOLOSITÀ INSOLAZIONE in % PIOGGIA in mm/mq Nebbia
gg. sereni gg. variabili gg. coperti media mese media dal 1991 diff. mm mese media dal 1984 media 1959- 1983 gg. media dal 1980 diff.
8 9 13 17,9   34,4 -16,5% 210,6 155,4 175,0 7 7,7 -0,7
NOVEMBRE '09 : Incremento/deficit pluviometrico dal 01.12.2008 al 30.11.2009 = +274,1 mm/mq
TEMPERATURA in °C
media mese media dal 1984 diff. max mese g.no max storica anno min mese g.no min. storica anno
8,43 7,04 +1,39 18.4 3 22,0 2001 - 1,4 12 -7,6 1998
La stagione autunnale è risultata abbastanza mite, con l'incremento di oltre 1°C della temperatura media, incremento che ha caratterizzato settembre (+1,7°C), ottobre (+0,2°C) e novembre (+1,4°C); le precipitazioni sono risultate inferiori alla media del periodo (-11%) e si sono concentrate nella seconda decade di settembre, con l'arrivo del primo vortice freddo della stagione, nella prima settimana e ultimi giorni di novembre e in due episodi di ottobre. Come era già accaduto per la stagione estiva, sul bacino del Mediterraneo ha dominato per lunghi periodi l'anticiclone nord-africano e diverse perturbazioni atlantiche si sono dissolte prima di abbordare l'arco alpino.



Creative Commons License

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una licenza Creative Commons License (...) Tutti i marchi sono proprietà dei rispettivi proprietari