MeteoBrebbia, navigazione veloce.
menu principale | contenuto principale | menu secondario | piè di pagina
logo dell'Associazione Varesina per l'Eco-Speleologia

via IV Novembre, 27
tel. 0332 770456
fax 0332 970730
sei in home >> archivio dati >> 2009 >> giugno

contenuto

Statistiche meteorologiche 2009 : GIUGNO

Il nuovo mese iniziava con una rimonta dell'alta pressione delle Azzorre che, allungandosi verso l'Islanda, portava verso il bacino del Mediterraneo aria più asciutta da nord, tempo soleggiato ed un aumento delle temperature, ma con valori assolutamente gradevoli.

cartina cromatica con evidente espansione dell'anticiclone azzorrianomappa delle precipitazioniNel primo week end si assisteva ad un deciso cambiamento di circolazione sul centro nord. Infatti, una depressione atlantica si allungava verso l'Europa centrale richiamando correnti umide sud occidentali con formazione di estesa nuvolosità al nord, accompagnata da precipitazioni e fenomeni temporaleschi che dalla regione alpina invadevano le zone pianeggianti del nord, Liguria compresa, mentre sul centro sud persisteva un tempo stabile con caratteristiche estive. I valori di temperatura restavano nella media del periodo.

cartina cromatica con evidente espansione dell'anticiclone afro-mediterraneoLa fase di instabilità sui settori alpini e prealpini durava alcuni giorni con alternanza di schiarite e formazione di cellule temporalesche Sul finire della prima decade si tornava ad un regime anticiclonico con la rimonta su gran parte del bacino del Mediterraneo dell'anticiclone nord africano. Iniziava, così, la seconda ondata calda della stagione con un sostanziale aumento termico che interessava particolarmente Spagna, Portogallo e Grecia (primi incendi della macchia mediterranea),  mentre per la nostra Penisola ne risentiva in particolar modo la Sardegna e la Sicilia dove si sfioravano i 35°C, ma tutto il centro sud era interessato da un clima prettamente estivo.

cartina cromatica che evidenzia il vortice di aria fredda in discesa dal nord Europacartina cromatica che evidenzia le precipitazioni associate alla linea temporalescaLa linea temporalesca di metà mese sfiorava l'arco alpino con fenomeni che interessavano singole località e nei giorni seguenti si tornava al regime anticiclonico con cieli tersi, abbondante soleggiamento e temperature sempre al di sopra dei 30°C.
Un deciso cambiamento si registrava all'inizio della terza decade, quando correnti fresche settentrionali si tuffavano nel Mediterraneo dando vita ad una circolazione depressionaria con la formazione di imponenti cellule temporalesche e fenomeni di forte intensità, come trombe d'aria, grandinate, nubifragi, violente raffiche di vento, ed un deciso calo (6-7°C) delle temperature. L'ondata temporalesca investiva inizialmente il nord Italia e nei giorni successivi si estendeva alle regioni centro meridionali con ingenti danni in alcune località. Strano a dirsi, ma col solstizio d'estate si concludeva la seconda ondata calda della stagione primaverile e gli intensi venti settentrionali garantivano ampie schiarite al nord ed una intensa fase di instabilità al centro sud.

situazione barica nella terza decade e mappa delle precipitazioni Nei giorni seguenti e fino a fine mese, mentre al suolo si creava una situazione di "palude barica", in quota si assisteva alla sovrapposizione di aria mite atlantica ad aria fresca fatta affluire da un minimo barico che per diversi giorni stazionava tra i Balcani e l'Adriatico. Ne scaturiva una instabilità pomeridiana con formazione di cellule temporalesche, anche di forte intensità (numerosi i fenomeni grandinigeni) lungo l'arco alpino e la dorsale appenninica. Le temperature restavano nella norma e, in alcuni casi superavano di 2-3°C le medie del periodo con alcuni episodi di afa.

Osservazioni e misure
NUVOLOSITÀ INSOLAZIONE in % PIOGGIA in mm/mq Temporali
gg. sereni gg. variabili gg. coperti media mese media dal 1991 diff. mm mese media 1984 - 2008 media 1959- 1983 n. eventi mese media dal 1980 diff.
11 12 7 52,6 47,8 +4,8% 82,9 153,6 146 10 6,4 +3,6
GIUGNO '09 : Incremento/deficit pluviometrico dal 01.12.2008 al 30.06.2009 = +399,2 mm/mq
TEMPERATURA in °C
media mese media dal 1984 diff. max mese g.no max storica anno min mese g.no min. storica anno
22,35 21,30 +1,05 32,0 14 36,5 2003 11,2 1/2 5,6 1986


Creative Commons License

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una licenza Creative Commons License (...) Tutti i marchi sono proprietà dei rispettivi proprietari