MeteoBrebbia, navigazione veloce.
menu principale | contenuto principale | menu secondario | piè di pagina
logo dell'Associazione Varesina per l'Eco-Speleologia

via IV Novembre, 27
tel. 0332 770456
fax 0332 970730
sei in home >> archivio dati >> 2008 >> luglio

contenuto

Statistiche meteorologiche 2008 : LUGLIO

La variabilità sulle regioni settentrionali e il caldo intenso e spesso afoso su quelle meridionali di fine Giugno, si protraeva anche nei primi giorni di Luglio. Infatti, la campana anticiclonica accusava qualche cedimento sul versante nord-occidentale, l'anticiclone delle Azzorre si ritirava dall'Europa e lasciava il posto ad una vasta area di pressioni livellate. Tale situazione favoriva le correnti atlantiche che alternavano nubi e sole sulle regioni settentrionali e davano vita a cellule temporalesche (in alcuni casi di forte intensità con grandinante e violente raffiche di vento, oltre ad un’elevata attività elettrica) che, nelle ore pomeridiane e serali andavano ad interessare i settori alpino ed appenninici, con sconfinamento, non di rado, sulla pianura Padana.


cartina cromatica delle aree di alta e bassa pressioneSul finire della prima decade, l'alta pressione che da giorni interessava la nostra Penisola, prendeva pieno possesso dell'Italia andando a "proteggere" con il suo scudo anche le nostre
regioni settentrionali.
La nuova fase risultava consolidata per le regioni centro meridionali, interessate da una nuova e intensa ondata di calore (36°-38°C), mentre il nord Italia continuava ad essere lambito dalle correnti instabili oceaniche che, dopo qualche giorno tendevano a scendere nuovamente di latitudine favorendo una nuova instabilizzazione per le zone alpine e prealpine con nuove occasioni per rovesci e temporali, anche di forte intensità.


cartina isobarica europea"Siamo nel pieno della stagione estiva – scriveva E. Buonaguidi - l'alta pressione nord Africana in primis e l'anticiclone delle Azzorre in modo più blando, stanno spadroneggiando sulla nostra Penisola. Tuttavia esiste una falla nel muro anticiclonico e la ritroviamo al nord Italia. Ormai sono diverse settimane che la regione alpina e prealpina sono alle prese con violenti temporali, talvolta grandinigeni, che occasionalmente riescono a sfondare anche nelle pianure adiacenti, mentre le regioni centro meridionali continuano a vivere una stagione estiva in piena regola, gravata dal perdurare della siccità”.

Una nuova e intensa fase di maltempo interessava il Varesotto a cavallo tra il 12 e il 13 agosto. “La caratteristica di questi temporali – diceva il prof. Salvatore Furio del Centro Geofisico Prealpino – è che rasentano sempre la tromba d’aria, i piccoli cicloni circolari: ho studiato i movimenti da dietro i vetri e mi sono accorto che il cielo si muoveva da destra a sinistra e poi in senso opposto, proprio sopra le Ville Ponti. Ho temuto per quella zona, ma poi è andato tutto bene”.


cartina cromatica che visualizza l'espansione dell'anticiclone sub-tropicale sul MediterraneoCon l'inizio dell’ultima decade, l’alta pressione delle Azzorre, coadiuvata da quella sub tropicale, si spingeva fin sulla Scandinavia e riprendevano il comando delle operazioni sul Mediterraneo. Si stabiliva così un campo di pressioni livellate che favoriva condizioni di generale stabilità su tutta la Penisola con una nuova impennata delle temperature, soprattutto al centro-sud dove, l'assenza di precipitazioni, l'incuria e l'azione di qualche piromane innescavano incendi di varia entità della macchia mediterranea.

Le regioni settentrionali, pur godendo di una maggiore insolazione, nel corso del pomeriggio erano interessate da nuvolosità cumuliforme e brevi temporali per via di correnti fresche in quota provenienti inizialmente dai quadranti orientali e, successivamente, da ovest.

Osservazioni e misure
NUVOLOSITÀ INSOLAZIONE in % PIOGGIA in mm/mq Temporali
gg. sereni gg. variabili gg. coperti media mese media dal 1991 diff. mm mese media dal 1984 diff. n. eventi mese media dal 1980 diff.
16 8 7 49,8 55,4 -5,6% 177,0 100,3 +77% 8 5,9 +2,1
LUGLIO '08 : Incremento/deficit pluviometrico dal 01.12.2007 al 31.07.2008 = +323,5 mm/mq
TEMPERATURA in °C
media mese media dal 1984 diff. max mese g.no max storica anno min mese g.no min. storica anno
23,49 23,88 -0,39 33,0 4 37,0 2006 12 24 8,5 2000


Creative Commons License

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una licenza Creative Commons License (...) Tutti i marchi sono proprietà dei rispettivi proprietari