MeteoBrebbia, navigazione veloce.
menu principale | contenuto principale | menu secondario | piè di pagina
logo dell'Associazione Varesina per l'Eco-Speleologia

via IV Novembre, 27
tel. 0332 770456
fax 0332 970730
sei in home >> archivio dati >> 2008 >> aprile

contenuto

Statistiche meteorologiche 2008 : APRILE

L'inizio di Aprile vedeva l'arrivo di un nuovo fronte perturbato atlantico che interessava Sardegna, Sicilia e Calabria meridionale con rovesci e locali temporali. Sulle restanti regioni persistevano condizioni di generale stabilità grazie alla presenza di un relativo campo di alta pressione.

Seguiva l'espansione verso le nostre regioni dell'anticiclone Atlantico con tempo stabile e soleggiato; Correnti settentrionali generavano passaggi nuvolosi con neve sulle creste alpine confinali e condizioni di foehn sulla Lombardia e si faceva sempre più concreto l’incubo dell'anticiclone Africano che avrebbe messo in ginocchio le regioni centro-occidentali per le riserve idriche.

cartina barica con fronti perturbati
immagine meteosat con fronte nuvoloso sulle regioni settentrionali
mappa delle precipitazioni al centro-nord Sul finire della prima decade, si assisteva ad un'inversione di tendenza; infatti, una depressione atlantica favoriva un deciso calo della pressione sulla nostra Penisola con un forte richiamo di aria umida e temperata meridionale verso le Alpi e un conseguente peggioramento delle condizioni meteorologiche al centro-nord; alle prime precipitazioni sparse e poco significative, seguivano a partire dal giorno 8, diversi giorni di pioggia diffusa e continua con un calo generalizzato delle temperature e ricomparsa della neve sulle Alpi oltre i 1600 m.

La fase instabile, artefice di un clima “autunnale”, persisteva per gran parte della seconda decade e l'inizio della terza, col susseguirsi di diversi fronti perturbati che apportavano copiose precipitazioni, colmavano il disavanzo idrico annuale e consentivano un parziale recupero pluriennale.

immagime meteosat con fronte nuvoloso ul centro-nord mappa delle precipitazioniL'ultima perturbazione atlantica (22 aprile), giungeva puntuale sulle regioni centro settentrionali e le precipitazioni, localmente di forte intensità, interessavano gran parte del centro-nord con nevicate su gran parte della regione alpina oltre i 1600 m.




cartina cromatica  che evidenzia due aree cicloniche in avvicinamento dall'Atlantico il 16 Aprile

“Aprile è da sempre il mese favorevole alle piogge – diceva il meteorologo E. Buonaguidi - quindi, non meravigliamoci se per qualche giorno molte regioni della nostra Penisola si troveranno ad affrontare un clima più vicino all'autunno che alla primavera. Anzi dobbiamo in qualche modo rallegraci di questa situazione. Le proiezioni in nostro possesso indicano che, almeno fino al 16 aprile avremo una circolazione Atlantica, fresca ed instabile con obiettivo principale i settori centro settentrionali della Penisola, mentre le regioni meridionali, al contrari,o resteranno al margine della circolazione depressionaria, sotto il "tiro" minaccioso dell'alta pressione nord Africana. Se tutto andasse in tale modo ci troveremmo in una situazione del tutto normale”.

cartina cromatica che evidenzia la rimonta dell'anticiclone Africano registrata il 25 Aprile

Nel corso della terza decade si assisteva alla rimonta verso nord dell'anticiclone Africano che, dopo aver stazionato per diversi giorni con correnti sciroccali sulle regioni centro meridionali, si spingeva fino alla Scandinavia. Ne conseguiva tempo abbastanza stabile e generalmente soleggiato con un rialzo delle temperature, mentre nelle ore pomeridiane si assisteva alla formazione di nuvolosità cumuliforme per deboli infiltrazioni di aria fresca ed instabile in quota, ma senza significativi fenomeni.

cartina meteosat con fronte in arrivo dalla Francia mappa delle precipitazioniIl mese di Aprile si concludeva con un ulteriore e benefico fenomeno piovoso; infatti, una vasta area depressionaria, tra Islanda e Isole Britanniche, spingeva un corpo nuvoloso atlantico verso la nostra Penisola e attivava un flusso di correnti meridionali con nuove piogge al centro-nord.

Osservazioni e misure
NUVOLOSITÀ INSOLAZIONE in % PIOGGIA in mm/mq Temporali
gg. sereni gg. variabili gg. coperti media mese media dal 1991 diff. mm mese media dal 1984 diff. n. eventi mese media dal 1980 diff.
7 9 14 36,7 41,1 -4,3 213,8 160,2 +33% 1 0,7 +0,3
APRILE '08 : Incremento/deficit pluviometrico dal 01.12.2007 al 30.04.2008 = +48,8 mm/mq
TEMPERATURA in °C
media mese media dal 1984 diff. max mese g.no max storica anno min mese g.no min. storica anno
12,18 12,67 -0,49 26,0 23/26 27,8 2000/04 1,2 13 -3,5 2003

 


Creative Commons License

I contenuti di questo sito, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una licenza Creative Commons License (...) Tutti i marchi sono proprietà dei rispettivi proprietari